MOTUS-E
Blog-E

Tassonomia dei veicoli: motore elettrico

L’automobile puramente elettrica, in sigla BEV ovvero Battery Electric Vehicle, è chiamata così perché presenta un solo motore alimentato esclusivamente dall’elettricità stoccata nella batteria, che può essere ricaricata utilizzando la rete elettrica, attraverso una presa domestica, oppure un’apposita colonnina. Le batterie possono essere ricaricate tranquillamente a casa, infatti, una presa da 240 volt (come quella per le lavatrici) può ricaricare il veicolo durante la notte.

Una caratteristica importante delle auto elettriche è l’assenza di trasmissione: il motore elettrico ha il vantaggio di fornire tutta la coppia motrice nel momento stesso in cui si mette in movimento, assicurando anche un range di velocità adeguato visto che può raggiungere regimi anche superiori ai 10.000 giri. L’auto elettrica presenta dei comandi a bordo che sono simili a quelli di un cambio automatico semplice: due pedali, acceleratore e freno, e un comando a leva per selezionare la marcia avanti o indietro. La principale  differenza estetica, con un’automobile a combustione, è la totale assenza di tubi di scappamento.

Le auto elettriche attualmente in commercio hanno un’autonomia fino a 400 chilometri, che risulta essere largamente sufficiente per una giornata tipica degli automobilisti italiani. Per aumentare tale autonomia, le auto elettriche presentano due sistemi che riducono lo spreco di energia:

  • Sistema “idle-off”, che arresta il motore quando la macchina è ferma;
  • Frenata rigenerativa, che ricarica la batteria in fase di frenata.

Le emissioni di agenti inquinanti delle auto elettriche sono azzerate rispetto alle tradizionali vetture che eliminano i gas combusti tramite il tubo di scappamento.

 

Il 2018, secondo i dati diffusi dall’UNRAE (Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri), ha visto calare del 12% le immatricolazioni di vetture diesel nel nostro paese in confronto al 2017 mentre sono più che raddoppiate le vendite di modelli 100% elettrici: 5.010 veicoli elettrici nel 2018 contro i 2.016 dell’anno precedente (+148%). Inoltre, dal primo marzo 2019 sono previsti degli incentivi auto, fino a 6.000 euro, per l’acquisto di automobili elettriche. Si parte da 1.500 euro per i veicoli con emissioni di 20-70 grammi di CO2 per km, fino a 6.000 euro per la fascia 0-20 grammi di CO2 per km, quella delle vetture elettriche.