Seguici su

Glossario

L’ABC della mobilità elettrica. Che differenza c’è tra “BEV” e “PHEV”? Cos’è la tecnologia Vehicle-to-Grid? Cosa si intende per Charging Point Operator? Naviga tra i termini e le definizioni del mondo della mobilità a zero emissioni.

Batteria agli ioni di litio:accumulatore ad elevatissima densità energetica, stabilità termica e pressoché priva di effetto memoria. È un tipo di batteria ricaricabile che utilizza un composto di litio intercalato sull’elettrodo positivo e grafite sull’elettrodo negativo. È utilizzata comunemente per l’elettronica portatile, per i veicoli elettrici e in applicazioni industriali, militari e aerospaziali. L’invenzione si deve agli importanti progressi nel campo fatti a partire dagli anni Settanta e Ottanta da John Goodenough, Robert Huggins, Stanley Whittingham, e Akira Yoshino. Proprio per lo sviluppo delle batterie agli ioni di litio Goodenough, Whittingham e Yoshino hanno ricevuto nel 2019 il premio Nobel per la chimica.

Battery Electric Vechicle (BEV): si indica il veicolo esclusivamente elettrico alimentato a batterie

Bicicletta elettrica, bicicletta a pedalata assistita, e-Bike: biciclette che montano un motore elettrico ausiliario, generalmente alimentato a batterie a ioni di litio, utile a ridurre lo sforzo fisico della pedalata: il motore elettrico conferisce maggiore velocità e non emette inquinanti. Secondo la Direttiva europea 2002/24/CE, recepita e attuata in Italia dal 2003 (D.M. 31/1/2003), la bicicletta a pedalata assistita deve avere le seguenti caratteristiche:

• potenza nominale massima continua del motore elettrico pari a 0,25 kW
• alimentazione del motore progressivamente ridotta e quindi interrotta al raggiungimento dei 25 km/h
• alimentazione del motore interrotta prima dei 25 km/h se il ciclista smette di pedalare

Car Pooling:servizio in cui i privati condividono le proprie automobili con altri cittadini che percorrono gli stessi tragitti nelle stesse fasce orarie (per esempio: raggiungimento di luoghi di lavoro e università). La finalità del car pooling è la riduzione delle spese di trasporto, ma anche dell’uso di carburante con vantaggi per l’ambiente.

Car Sharing: sistema organizzato di mobilità urbana basato sull’uso condiviso dell’automobile, sia di quella tradizionale sia di quella elettrica. Il car sharing si avvale di un servizio di autonoleggio generalmente a minuti, disponibile su prenotazione per gli iscritti al servizio stesso. Questo sistema consente di ridurre il numero di auto in circolazione, a favore della mobilità sostenibile.

Charging Point Operator (CPO): soggetto che gestisce le infrastrutture di ricarica elettrica. DAFI: Directive on Alternative Fuels Infrastructure. È la Direttiva sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi, recepita nella legislazione italiana con il Decreto Legislativo 16 dicembre 2016 n. 257. Disciplina la realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi (elettricità, idrogeno, biocarburanti, combustibili sintetici e paraffinici, e gas naturale) per ridurre al minimo la dipendenza del petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore dei trasporti.

Distribution System Operator (DSO): il gestore delle reti di distribuzione locali. Emissione: sostanza solida, liquida o gassosa introdotta nell’atmosfera che possa causare inquinamento atmosferico. Le principali emissioni causate dai trasporti sono il monossido e il biossido di carbonio (CO e CO2), l’ossido di azoto (NOx), il biossido di zolfo (SO2), gli idrocarburi (HC).

Garanzie di Origine (G.O.): certificazione elettronica che attesta l’origine dell’energia elettrica come proveniente da impianti di produzione da fonti rinnovabili qualificati.

Green Zone: zona a traffico limitato, in cui è vietato il transito di autoveicoli.
Hybrid Electric Vehicle (HEV): veicolo ibrido, in cui il motore termico attiva la trazione elettrica.

Infrastruttura di ricarica: infrastruttura costituita da uno o più punti di ricarica per veicoli elettrici a pubblico accesso in grado di supportare un sistema di ricarica veloce con tensioni più alte rispetto a quelle erogate da un impianto elettrico domestico. Mobility Manager: figura professionale, adottata da imprese ed enti pubblici, che ha il compito di ottimizzare e pianificare gli spostamenti casa-lavoro dei dipendenti dell’azienda.

Mobility Service Provider (MSP): soggetto che vende i servizi di ricarica e si interfaccia con il cliente finale.

Modalità di ricarica 1 (o “modo 1”): ricarica lenta in corrente alternata (AC) tramite una presa domestica standard.

Modalità di ricarica 2 (o “modo 2”): ricarica lenta in corrente alternata (AC) tramite una presa domestica standard dotata di un dispositivo di protezione integrato nel cavo di ricarica.

Modalità di ricarica 3 (o “modo 3”): ricarica lenta o rapida in corrente alternata (AC) tramite un cavo di ricarica eseguita presso l’infrastruttura di ricarica con dispositivi di controllo e protezione.

Modalità di ricarica 4 (o “modo 4”): ricarica rapida in corrente continua (DC) eseguita presso una speciale infrastruttura di ricarica con dispositivi di controllo e protezione.

Motore a combustione: sistema di propulsione che sviluppa potenza attraverso la trasformazione in calore dell’energia chimica contenuta nel carburante producendo lavoro meccanico.

Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS): è uno strumento è uno strumento di pianificazione strategica dei Comuni che, in un orizzonte temporale di medio-lungo periodo (10 anni), sviluppa una visione di sistema della mobilità urbana (preferibilmente riferita all’area della Città metropolitana, laddove definita), proponendo il raggiungimento di obiettivi di sostenibilità ambientale, sociale ed economica attraverso la definizione di azioni orientate a migliorare l’efficacia e l’efficienza del sistema della mobilità e la sua integrazione con l’assetto e gli sviluppi urbanistici e territoriali.

Plug-in Hybrid Electric Vehicle (PHEV): veicolo che ha un motore endotermico e un motore elettrico, le cui batterie vengono ricaricate utilizzando una fonte di energia elettrica esterna collegata attraverso sistemi a cavo. La trazione può essere esclusivamente elettrica, fino ad esaurimento delle batterie.

Plug-in: espressione utilizzata, in genere, per tutti i veicoli che possono essere ricaricati tramite rete elettrica.

PNire: Piano Nazionale Infrastrutturale per la Ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica. POD (Point of Delivery): è il codice alfanumerico nazionale di 14 caratteri che identifica univocamente il punto fisico in cui l’energia elettrica viene consegnata al cliente finale.

Punto di ricarica: presa di una infrastruttura di ricarica alla quale un veicolo può connettersi per la ricarica. Un’infrastruttura di ricarica può contenere uno o più punti di ricarica.

Range Anxiety: paura che l’autonomia della vettura non sia sufficiente per raggiungere la destinazione.

Strategia Energetica Nazionale (SEN): è il piano decennale del Governo italiano per anticipare e gestire il cambiamento del sistema energetico.

Sistema di recupero dell’energia: recupero dell’energia cinetica liberata in fase di frenata o di rilascio. Nei veicoli elettrici ciò avviene prevalentemente mediante la commutazione del motore di trazione sulla modalità generatore e l’accumulo della corrente prodotta nella batteria della vettura per un impiego successivo.

Smart City: il termine è utilizzato per definire un ecosistema urbano attento all’efficienza energetica, alla mobilità sostenibile, all’ambiente e alla comunicazione digitale veloce, nell’ottica del miglioramento della qualità di vita dei cittadini.

Smart Grid: rete di corrente “intelligente” che impiega la moderna tecnologia d’informazione e comunicazione, per esempio per l’integrazione dell’energia prodotta a livello decentrato, l’ottimizzazione della gestione della carica o per la gestione energetica da parte dei clienti.

Smart mobility: sistema intelligente di gestione, accesso ed utilizzo di infrastrutture per le auto elettriche come l’interconnessione tra i veicoli, tra le infrastrutture di ricarica e tra i veicoli e la rete elettrica.

Total Cost of Ownership (TCO): è il costo totale di possesso, ovvero l’intero costo del ciclo di vita di un prodotto.

Trasporto intermodale: modalità di trasporto caratterizzato dall’utilizzo mezzi privati integrati con il trasporto pubblico urbano (ad esempio, uso di biciclette trasportabili su treni metropolitani e autobus).

Vehicle-to-Grid (V2G): sistema che impiega le batterie delle vetture elettriche come stabilizzatore della rete. All’occorrenza, infatti, l’energia delle auto elettriche viene reimmessa nella rete di distribuzione per garantirne il riequilibrio. Ciò può offrire vantaggi per un’efficiente gestione del carico e dell’accumulo, per esempio per compensare le oscillazioni delle energie rinnovabili.

Veicolo elettrico: qualsiasi mezzo di trasporto in cui la trazione è garantita esclusivamente da motore/i elettrico alimentato da un pacco batterie. Non è presente un motore a combustione interna.

Fuel Cell Electric Vehicle (FCEV): veicolo con motorizzazione elettrica dotato di cella a combustibile, da cui arriva l’energia. La cella a combustibile viene a sua volta alimentata da idrogeno, stoccato a bordo del veicolo in bombole ad alta pressione.

Range Extended Electric Vehicle (REEV): veicolo ibrido con due motorizzazioni, una elettrica principale di trazione ed una endotermica di back-up. Quando la batteria del motore elettrico si scarica, entra in funzione il motore endotermico per estendere la percorrenza del mezzo di alcuni chilometri.

Well-to-Wheel: consumo di energia complessivo ed emissioni di gas serra causati dalla produzione, dalla messa a disposizione, dall’utilizzo e dallo smaltimento di un mezzo. Nel caso del veicolo endotermico, a partire dall’estrazione del petrolio fino alla messa a disposizione definitiva nel veicolo, passando per la raffinazione, la rete dei distributori e il rifornimento nel serbatoio. Nel caso del veicolo elettrico a partire dalla produzione dell’energia elettrica utilizzata fino allo smaltimento delle batterie, passando per la produzione delle componenti e del pacco batterie. All’interno del ciclo “Well-to-Wheel” vengono distinte due ulteriori fasi: il percorso “Well-to-Tank” che indica la messa a disposizione del carburante o dell’energia, e il percorso “Tank-to-Wheel” che indica l’utilizzo del carburante nel veicolo e le emissioni durante la guida.

Zona a Traffico Limitato (ZTL): zona urbana delimitata da appositi varchi per il riconoscimento dei mezzi autorizzati all’ingresso. L’accesso e la circolazione dei veicoli è consentita in orari prestabiliti o dietro pagamento di una tariffa. In Italia ci sono oltre 100 zone a traffico limitato dislocate nei centri storici città più importanti e grandi.

X