Seguici su

Supporto alla domanda

Privati, flotte, logistica e trasporto pubblico: sosteniamo la crescita

Il sostegno alla domanda interna di mobilità elettrica è fondamentale per favorirne la diffusione su larga scala.

Abbiamo individuato traiettorie fondamentali per incentivare in maniera diretta e indiretta l’utente finale a scegliere la mobilità a zero e basse emissioni.

Approfondisci e scarica i documenti di MOTUS-E

Le traiettorie

Trasporto pubblico, car sharing e Pubblica Amministrazione

Trasporto Pubblico Locale

  • Introduzione di una quota minima di linee elettriche rispetto ai fondi destinati agli autobus
  • Inserimento delle tecnologie di “flash charging” degli autobus elettrici fra le alternative finanziabili dai fondi urbani per tram e filobus

Car sharing e taxi

  • Differenziazione tra punti di ricarica pubblici e stalli dedicati alla ricarica del car-sharing elettrico
  • Numero minimo di veicoli e mezzi condivisi a zero emissioni in ciascun Comune sopra i 100.000 abitanti

Flotte della Pubblica Amministrazione

  • A zero emissioni almeno il 25% delle flotte PA al 2022 e il 50% al 2025
  • Nella selezione della migliore offerta nelle gare pubbliche di acquisto o noleggio, sostituzione del prezzo di acquisto con il costo a vita intera.

Parco circolante e target di elettrificazione

  • Riduzione del parco autovetture: al di sotto dei 33 milioni di veicoli al 2030
  • Target di elettrificazione: almeno 5 milioni di veicoli privati elettrificati al 2030 di cui 4,1 milioni Battery Electric Vehicles (BEV)

Incentivi diretti

  • Introduzione o rafforzamento di forme di incentivazione diretta dedicate a chi acquista o noleggia un veicolo passeggeri o merci a zero e basse emissioni
  • Revisione dei meccanismi di deducibilità per flotte aziendali e P.IVA., primo naturale sbocco della mobilità elettrica, sia per il maggiore utilizzo, che per la possibilità di rimessaggio e di pianificazione della ricarica

X