Seguici su

Analisi di mercato

Marzo 2020 – Nel buio profondo cerchiamo spiragli di luce per ripartire

Marzo 2020

Dati aggiornati al 29 Febbraio 2020

Progressivo vendite 2020

BEV

5.402

PHEV

2.899

Parco circolante

47.475

Vendita del mese percentuale

BEV

65%

PHEV

35%

Distribuzione geografica

Totale unità Bev+Phev

8.301

Variazione vendite Year To Date

YTD

+266,98%

Totale 2020

8.301

Totale 2019

2.262

Le 5 auto BEV più vendute in Italia

1. Renault Zoe
852

2. Tesla Mod. 3
658

3. Peugeot 208
638

4. Smart ForTwo
626

5. Vw Up
626

Punti di ricarica e infrastrutture

Totale punti di ricarica

13.721

Totale infrastrutture

7.207

Nell’ultimo editoriale anticipavamo una preoccupazione legata al Covid-19, ricordando che gli aspetti socio-sanitari naturalmente avrebbero messo in secondo piano il mercato.
Oggi, a un mese di distanza e di lockdown, mentre abbiamo qualche segnale di speranza (ma da non sopravvalutare) nella guerra al Covid-19, è comunque tempo di analisi e considerazioni.
In un drammatico -85% nel mercato globale registriamo ancora una crescita del 47,45% nelle vendite di veicoli elettrici puri mentre le plug-in hanno mostrato un -24,12%. Il fatto che le concessionarie sono state inattive o chiuse, praticamente per tutto marzo rende ancora più sorprendente il dato delle BEV. Ma ciò è legato in gran parte alle vendite di Tesla che, come noto, non possiede una rete di concessionari e consegna l’immatricolato direttamente a casa del cliente. Questo stimola un’importante riflessione su quale potrà essere il futuro della catena commerciale, almeno per la parte di front-end verso il cliente (diverso è il tema dell’assistenza). Come tutti i settori economici, infatti, anche l’automotive dovrà scendere a patti con il mondo dell’e-commerce, attualizzando e rivedendo integralmente i propri processi commerciali e soprattutto di vendita. L’esempio di Tesla non è unico nel panorama dell’industria automobilistica: anche Volkswagen sta andando in questa direzione e siamo sicuri che molte altre case seguiranno questo esempio specie nel mondo post Covid-19. Proprio per quanto riguarda la ripresa a pieno regime, registriamo che oggi tanti recitano il mantra del “nulla sarà come prima”. Motus-E spera che questa sia non solo una enunciazione di prammatica, ma che si possa comprendere che da questa negatività dobbiamo trarre slancio e ripartire più forti di prima nella battaglia della sostenibilità.
Nel momento in cui l’industria automotive sta moltiplicando gli sforzi di investimento ed in particolare l’industria nazionale sta impegnandosi al massimo nell’offerta e nella conversione tecnologica, qualunque rilassamento degli obiettivi o deviazione sarebbe estremamente dannosa per il futuro del nostro Paese, lasciando la strada spalancata ad altri competitor, soprattutto i player cinesi che stanno riaprendo le fabbriche. Bisognerà, al contrario, accelerare nella transizione concentrandosi su quello che serve nella fase contingente ma non tralasciando di rafforzare gli strumenti per il medio-lungo periodo.

“Pensavamo di essere sani in un mondo malato”, ha detto Papa Francesco.

Ripartiamo da qui, più forti di prima.

Charging Point Operator

Elaborazione MOTUS-E sui principali operatori presenti sul mercato Include solo le infrastrutture pubbliche o ad uso pubblico
Se sei un operatore e vuoi integrare il database con i dati sulle tue infrastrutture

Scrivici

I dati verranno trattati in modo aggregato e anonimo.

Nota metodologica

Questa pagina ha lo scopo di analizzare l’andamento del mercato dei veicoli elettrici attraverso dati autorevoli e aggiornati su base mensile.

Tale obiettivo è possibile grazie alla partnership avviata con Dataforce, una società indipendente che opera a livello europeo e internazionale fornendo all’industria automobilistica dati ed analisi ad alto contenuto qualitativo relativi alle nuove immatricolazioni e ai vari canali di vendita presenti sui mercati. Fondata nel 1997, la società ha il proprio quartiere generale in Germania a Francoforte sul Meno, dove lavorano oltre 80 dipendenti, e filiale italiana a Roma, la cui responsabilità è affidata al Country Manager Salvatore Saladino.

La partnership con MOTUS-E nasce con l’obiettivo di analizzare nel maggior dettaglio possibile il mercato della mobilità alternativa, sia privata che commerciale, individuando trend e possibilità di sviluppo futuro. Dataforce, in collaborazione con gli analisti di MOTUS-E, è in grado di fornire agli associati studi ed analisi approfonditi, anche di forecast, non solo in termini di alimentazione, ma anche a livello territoriale (regione/provincia), di tipologia di veicolo e per canale di mercato.

X