Seguici su

Analisi di mercato

Settembre 2019 – Si mantiene il trend di crescita di immatricolazioni di veicoli elettrici (BEV e PHEV) anche nel mese di settembre.

Settembre 2019

Dati aggiornati al 31 agosto 2019

Progressivo vendite 2019

BEV

7.775

PHEV

3.950

Parco circolante

33.726

Vendita del mese percentuale

BEV

66%

PHEV

34%

Distribuzione geografica

Totale unità Bev+Phev

11.726

Variazione vendite Year To Date

YTD

+63,31%

Totale 2019

11.726

Totale 2018

7.180

Punti di ricarica e infrastrutture

Totale punti di ricarica

10.647

Totale infrastrutture

5.246

Significativa la crescita anno su anno dei BEV, +110% rispetto allo stesso mese del 2018. Complessivamente, la quota di elettrico nelle vendite è dunque positiva, con +145% di aumento nel mese e +63% nel 2019.
L’ottimo risultato in termini di vendite conseguito da Tesla, in particolare, è dovuto essenzialmente alla pronta consegna dei veicoli, fattore che evidenzia il distacco sui tempi di consegna con gli altri costruttori.

La domanda di elettrico è dinamica e in ascesa. Tuttavia, da qui a fine anno è possibile che vi sia un rallentamento della crescita, a causa del fatto che, all’inizio del prossimo anno, inizieranno i monitoraggi per rispettare i limiti medi di 95 g/km CO2, per cui i costruttori daranno nuovo impulso alle vendite a partire da gennaio 2020.

Domina il segmento di vendita dei veicoli privati, che ad oggi (YTD) è cresciuto del +338%, a fronte di un +13% sullo stesso segmento delle PHEV, che invece sono in forte crescita nel settore del noleggio a breve termine, +116%. Considerando l’intero bacino di veicoli elettrici nei diversi canali di vendita, dunque, rimane predominante il settore privato, +153%, seguito dal noleggio a breve termine, +86%, e dalle flotte aziendali, +66%.

Ancora per il mese di settembre la quota di mercato rimane a vantaggio dei BEV, con un market share del 66% sul totale delle vendite elettriche, mentre le PHEV rimangono pressoché stabili rispetto al mese precedente, con il 34% di quota. Ancora in testa per volumi di vendita le regioni del Nord-Ovest e Nord-Est, con una crescita significativa in termini di valori assoluti della Lombardia e del Trentino Alto Adige.

Anche nel confronto europeo è nettamente positiva la crescita delle immatricolazioni BEV, mentre le PHEV crescono a ritmo più contenuto sull’YTD – ad eccezione dei Paesi Bassi dove i livelli sono pressoché analoghi. Mese su mese, tuttavia, il trend di crescita delle PHEV è addirittura negativo in Belgio, Francia, Germania e UK, che registra il contrasto più marcato: +311% per le BEV e -71% per le PHEV.

Possiamo quindi concludere che il mercato è complessivamente in crescita. Nel mese di settembre si è raggiunta la quota di mercato dell’1.01% sul totale delle immatricolazioni, incluse quindi anche le motorizzazioni tradizionali. Politiche incentivanti, accompagnate da interventi normativi e infrastrutturali a livello nazionale, potranno contribuire alla organica del settore, allineandolo a quello dei mercati europei più maturi.

Charging Point Operator

Elaborazione MOTUS-E sui principali operatori presenti sul mercato Include solo le infrastrutture pubbliche o ad uso pubblico
Se sei un operatore e vuoi integrare il database con i dati sulle tue infrastrutture

Scrivici

I dati verranno trattati in modo aggregato e anonimo.

Nota metodologica

Questa pagina ha lo scopo di analizzare l’andamento del mercato dei veicoli elettrici attraverso dati autorevoli e aggiornati su base mensile.

Tale obiettivo è possibile grazie alla partnership avviata con Dataforce, una società indipendente che opera a livello europeo e internazionale fornendo all’industria automobilistica dati ed analisi ad alto contenuto qualitativo relativi alle nuove immatricolazioni e ai vari canali di vendita presenti sui mercati. Fondata nel 1997, la società ha il proprio quartiere generale in Germania a Francoforte sul Meno, dove lavorano oltre 80 dipendenti, e filiale italiana a Roma, la cui responsabilità è affidata al Country Manager Salvatore Saladino.

La partnership con MOTUS-E nasce con l’obiettivo di analizzare nel maggior dettaglio possibile il mercato della mobilità alternativa, sia privata che commerciale, individuando trend e possibilità di sviluppo futuro. Dataforce, in collaborazione con gli analisti di MOTUS-E, è in grado di fornire agli associati studi ed analisi approfonditi, anche di forecast, non solo in termini di alimentazione, ma anche a livello territoriale (regione/provincia), di tipologia di veicolo e per canale di mercato.

X