Seguici su

E-car anche in sharing – Veicoli e infrastrutture per rendere la flotta Friuli Venezia Giulia a zero emissioni.

Area Science Park, Università di Trieste, BIT, Aniasa, Proscience, Regione

Riduzione delle emissioni di CO2 e dell’inquinamento urbano, aumento della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, abbattimento delle polveri sottili e del rumore causati nelle città dal traffico veicolare.

Questi, in sintesi, i principi cardine del progetto denominato “NOEMIX” lanciato dalla Regione Friuli Venezia Giulia a marzo 2019. Si tratta di uno dei primi progetti in Europa di rinnovo della flotta regionale con auto a zero emissioni: NOEMIX introdurrà nel parco auto delle PA regionali almeno 560 auto elettriche, 660 colonnine di ricarica e impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, che garantiranno il 50% della fornitura di energia elettrica, mentre il restante 50% sarà dato dall’acquisto di energia verde certificata.

Verranno così dismesse circa 800 vetture a benzina o diesel. Inoltre, un innovativo servizio di “car sharing” tra enti pubblici consentirà di ridurre il numero di mezzi in circolazione, con conseguenze positive anche per il traffico.

Il progetto vede il coinvolgimento, oltre che della Regione in qualità di capofila, di Area Science Park (progettazione e coordinamento tecnico-scientifico), Università di Trieste (analisi dei bisogni di mobilità delle PA), Bit (aspetti tecnico-finanziari), Aniasa (esperto di mobilità e rappresentante degli operatori presenti nel mercato italiano) e Promoscience (comunicazione e disseminazione).

Fonte: Città MEZ

X