Seguici su

La rete centri commerciali – Gli agenti commerciali girano tutta la Sicilia in elettrico

Catania e Regione Sicilia, Sibeg, Nissan

Lavorare e allo stesso tempo ridurre le emissioni inquinanti contribuendo in
modo determinante a innescare cambiamenti virtuosi.

I lavoratori ricaricano l’auto di notte nelle loro case e poi, durante la giornata lavorativa, possono farlo in una delle 68 colonnine di ricarica già disposte in punti strategici dell’isola e disponibili per tutti.

L’utilizzo quotidiano per lavoro di una intera flotta aziendale di veicoli elettrici è la novità più interessante di quest’esempio, il primo in Europa a operare con flotta full electric, cioè auto non destinate alla sola rappresentanza, al posto di auto endotermiche. Una policy aziendale – 110 auto e 4 scooter elettrici – che sta facendo scuola e catturando l’interesse dei siciliani.

Questo sta accadendo in Sicilia grazie al successo del Green Mobility Project di Sibeg, azienda distributrice per la Sicilia della CocaCola con sede principale a Catania.

Il progetto, partito nel 2015 con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, sta infatti contribuendo a rivoluzionare la mobilità in Sicilia, consentendo di evitare l’immissione annua in atmosfera di 363 tonnellate di CO2, pari alla quantità assorbita da 27.225 alberi in un anno.

Non solo, nel tempo l’efficienza e la convenienza economica dell’investimento ha convinto Sibeg a proseguire su quella strada e puntare ancora di più sull’elettricochiudendo un nuovo accordo per l’utilizzo di 110 vetture Nissan Leaf full electric (autonomia di percorrenza fino a 378 km – ciclo NEDC – fino a 389 km nel ciclo urbano e 270 km nel ciclo combinato). L’azienda siciliana, con questo progetto, ha contribuito a dare un notevole impulso a tutto il settore dell’E-Mobility siciliano.

Ed è anche grazie a questo bell’esempio che la stessa Regione Sicilia si è mossa tramite decreto, firmato ad inizio 2019, per favorire l’obbligo all’installazione di ulteriori colonnine per la ricarica elettrica nei distributori.

Fonte: Città MEZ

X