Seguici su

Turismo in elettrico – 40 quadricicli elettrici per esplorare il territorio dei trulli

Comune di Ostuni (BR), Forplay

Il turismo sostenibile è anche e soprattutto elettrico.

A Ostuni tutto parte dall’estate 2018, quando il comune ha formalmente “aperto le porte” all’elettrico tramite la sottoscrizione di un protocollo d’intesa con la società Enel X, per la creazione di una rete distributiva urbana. Da qui in avanti molte le novità.

Elettrico, ad Ostuni, vuol dire anche un modo diverso, innovativo e rispettoso dell’ambiente per promuovere il territorio e le sue bellezze, creando turismo e abbinandolo alla sostenibilità ambientale.

E’ in questo contesto che si è sviluppato Forplay, nato già nel 2014 dall’iniziativa coraggiosa di due “pionieri” innamorantisi del territorio e con il pallino della sostenibilità. Si tratta di una vera ‘buona pratica’ che anticipa quello che sarà il futuro della mobilità.

E’ un sistema che punta alla promozione del territorio attraverso un il noleggio di vetture piccole e totalmente elettriche: 40 quadricicli Renault Twizy disponibili a nolo per un minimo di sei ore fino ad un massimo di un anno intero per escursioni dedicate con guide naturalistiche e culturali.

La novità dell’elettrico sta infatti anche nel vivere in modo meno impattante le bellezze del territorio. L’elettrico è già una utile e praticabile alternativa per un turismo sostenibile. In questo caso ad esempio basta una presa elettrica domestica da 220V tramite un semplice adattatore e la ricarica è assicurata.

A Ostuni, tramite Forplay, si possono organizzare tour guidati per piccoli gruppi alla scoperta di luoghi di particolare interesse storico, naturalistico, culturale senza usare mezzi inquinanti.

Le attività si svolgono in particolare nel Parco Delle Dune Costiere, in Valle d’Itria, nella Riserva di Torre Guaceto, ma si stanno sviluppando itinerari che coinvolgono anche Comuni dell’entroterra.

X