MOTUS-E

Analisi di mercato vendite veicoli elettrici

Analisi di mercato

Anno uno: apertura in grande stile per il mercato dell’elettrico in Italia

Niels Bohr diceva che “Le previsioni sono estremamente difficili. Specialmente sul futuro”.
Eppure, a fine 2019 avevamo visto giusto. Come prevedibile, l’introduzione dei limiti di emissione di 95gr CO2/km hanno avuto un impatto molto positivo sulle vendite a inizio anno 2020.
L’elettrico (comunque alimentato dalle prenotazioni di fine 2019) ha guadagnato una fetta di mercato di ben il 2.1% sul totale delle immatricolazioni del mese, con 3270 veicoli complessivi. Solo i BEV costituiscono il 59% delle vendite di elettrico, a fronte di un 41% di PHEV, in leggero aumento rispetto ai mesi precedenti. Lo stesso parametro a gennaio 2019 era di 301 BEV e 354 PHEV, pari a uno 0.4% di market share sull’immatricolato totale.
Complessivamente, rispetto al gennaio 2019 il balzo del mese su mese è sorprendente: +545%, da 301 veicoli dello stesso periodo del 2019 ai 1943 del 2020. Includendo i PHEV, la differenza mese su mese dell’elettrico totale è del 400%.
Un ruolo importante ha giocato l’importante politica incentivante realizzata dalla Regione Lombardia, che registra infatti un aumento di vendite dei BEV del 988%, con 555 BEV immatricolati, il dato più alto in Italia nel mese.
Di questo passo, assumendo un trend costante per l’anno 2020, è ragionevole pensare di raggiungere un target di vendite di 20.000 BEV a fine anno, in linea con la curva di scenario elaborata da Motus-E.
Da registrare la diminuzione generale delle immatricolazioni, includendo la motorizzazione termica, in calo di quasi 10000 unità rispetto a gennaio 2019. Nel gennaio 2019, infatti, le immatricolazioni erano a 165.537, mentre nello stesso mese del 2020 erano a 155.632 veicoli.
Rimangono capofila del mercato le regioni del Nord-Est e Nord-Ovest, che si confermano al primo posto per numero di veicoli venduti. Si conferma anche la prevalenza del settore privato come principale canale di vendita, anche se il segmento di manufacturers and dealers acquista progressivamente quota.

 

Dati aggiornati al 31 gennaio 2020

CONSIDERAZIONI GENERALI SULLO STATO DI MERCATO

Come prevedibile, l’introduzione dei limiti di emissione di 95gr CO2/km hanno avuto un impatto molto positivo sulle vendite a inizio anno 2020.
L’elettrico (comunque alimentato dalle prenotazioni di fine 2019) ha guadagnato una fetta di mercato di ben il 2.1% sul totale delle immatricolazioni del mese, con 3270 veicoli complessivi. Solo i BEV costituiscono il 59% delle vendite di elettrico, a fronte di un 41% di PHEV, in leggero aumento rispetto ai mesi precedenti. Lo stesso parametro a gennaio 2019 era di 301 BEV e 354 PHEV, pari a uno 0.4% di market share sull’immatricolato totale.


Clicca qui per il dettaglio

PARCO CIRCOLANTE ITALIANO

fonte Politecnico di Milano ed elaborazioni MOTUS-E

42.456 unità

DISTRIBUZIONE GEOGRAFICA

Italia

Un ruolo importante ha giocato l’importante politica incentivante realizzata dalla Regione Lombardia, che registra infatti un aumento di vendite dei BEV del 988%, con 555 BEV immatricolati, il dato più alto in Italia nel mese.

Distribuzione Europea*

La crescita delle immatricolazioni BEV in Europa continua anche nel mese di Gennaio.

La Germania si conferma la nazione che ha registrato più immatricolazioni di auto BEV, seguita da UK, Olanda e Francia.

*I dati europei sono aggiornati a dicembre 2019

DISTRIBUZIONE NUOVE IMMATRICOLAZIONI AUTO ELETTRICHE

Anno 2020

Anno 2019

LE 5 AUTO BEV PIÙ VENDUTE IN ITALIA

Top 5 dei modelli di auto BEV più venduti in Italia nel mese di Gennaio 2020

DISTRIBUZIONE PUNTI E INFRASTRUTTURE DI RICARICA

Elaborazioni MOTUS-E su Infrastrutture e Punti di Ricarica installati in Italia.
I punti di ricarica, gestiti da diversi operatori, sono distribuiti su tutto il territorio nazionale.

*L’aggiornamento si riferisce a settembre 2019.

Distribuzione geografica dei punti di ricarica


Clicca qui per il dettaglio

Charging Point Operator

Elaborazione MOTUS-E sui principali operatori presenti sul mercato
Include solo le infrastrutture pubbliche o ad uso pubblico

Se sei un operatore e vuoi integrare il database con i dati sulle tue infrastrutture

Scrivici

I dati verranno trattati in modo aggregato e anonimo.

Nota metodologica

Questa pagina ha lo scopo di analizzare l’andamento del mercato dei veicoli elettrici attraverso dati autorevoli e aggiornati su base mensile.

Tale obiettivo è possibile grazie alla partnership avviata con Dataforce, una società indipendente che opera a livello europeo e internazionale fornendo all’industria automobilistica dati ed analisi ad alto contenuto qualitativo relativi alle nuove immatricolazioni e ai vari canali di vendita presenti sui mercati. Fondata nel 1997, la società ha il proprio quartiere generale in Germania a Francoforte sul Meno, dove lavorano oltre 80 dipendenti, e filiale italiana a Roma, la cui responsabilità è affidata al Country Manager Salvatore Saladino.

La partnership con MOTUS-E nasce con l’obiettivo di analizzare nel maggior dettaglio possibile il mercato della mobilità alternativa, sia privata che commerciale, individuando trend e possibilità di sviluppo futuro. Dataforce, in collaborazione con gli analisti di MOTUS-E, è in grado di fornire agli associati studi ed analisi approfonditi, anche di forecast, non solo in termini di alimentazione, ma anche a livello territoriale (regione/provincia), di tipologia di veicolo e per canale di mercato.

Legenda

Battery Electric Vehicle, auto caratterizzate da motore elettrico, alimentato quindi da batterie.
Plug-in Hybrid Electric Vehicle, caratterizzate da propulsione sia elettrica sia a combustione interna.
Un punto di ricarica o di rifornimento per la fornitura di combustibile alternativo che garantisce, a livello di Unione, un accesso non discriminatorio a tutti gli utenti. L’accesso non discriminatorio può comprendere condizioni diverse di autenticazione, uso e pagamento. Il punto di ricarica consente il trasferimento di elettricità a un veicolo elettrico a diversa potenza (da 3.7kW a >150kW), anche se la potenza effettivamente immessa nel veicolo dipende dallo stesso.
Stazione dedicata che può includere uno o più punti di ricarica
Auto elettriche ad uso privato.
Auto elettriche che costituiscono le Flotte aziendali.
Auto elettriche in possesso di Rivenditori.
Auto elettriche utilizzate per noleggio a breve termine.

<

Auto elettriche utilizzate per noleggio a lungo termine.

Scopri la legenda

Analisi di mercato

2019: Anno Zero molto positivo

Il 2019 può essere ricordato come l’Anno Zero della mobilità elettrica. Iniziato con le difficoltà ed i ritardi della politica nella introduzione di uno schema di incentivi (peraltro pasticciato e attivato nella realtà solo in aprile) e proseguito in un diluvio di disinformazione che si opponeva all’evoluzione ambientale e tecnologica, e ad un diffuso nervosismo per l’introduzione dei nuovi limiti alle emissioni di CO2, ha tuttavia più che raddoppiato i risultati del 2018.

Molti osservatori ritengono che il 2020 sarà l’Anno Uno della mobilità elettrica in Italia, quello della svolta. I presupposti ci sono tutti: tanti nuovi modelli, nuovi investimenti ed alleanze tra i costruttori, costi decrescenti e sviluppo di infrastrutture. Da ultimo, finalmente, anche chiarezza di regole, almeno a livello governativo, per la micro mobilità.
È da evidenziare inoltre che, per quanto riguarda gli incentivi governativi, 77 milioni saranno disponibili nel 2020 per chi acquista mezzi elettrici BEV o PHEV.

Venendo ai dati di Dicembre, soprattutto con un occhio al consuntivo 2019 notiamo come il mercato abbia continuato con grande spinta e un avanzamento complessivo del 107% tra BEV (11.018 nel 2019 contro 5.329 nel 2018) e del 41% nelle PHEV (6.652 nel 2019 contro 4.728 nel 2018) rispetto al totale del 2019. Il rapporto tra vendite BEV e PHEV è stato di 62% a 38% rimarcando la prevalente scelta dei consumatori verso il full electric (lo scorso anno vi era stato un sostanziale pareggio). Le vendite di Dicembre (BEV + PHEV 1.550 totali) hanno permesso al quarto trimestre di superare il terzo con una penetrazione complessiva del 1,12% del mercato auto.

Andando ad osservare nello specifico i segmenti 2019, possiamo evidenziare come il privato abbia quasi quadruplicato gli acquisti di BEV, mentre le flotte lo hanno raddoppiato, segnale che anche queste ultime sentono sempre più positivamente la spinta della mobilità elettrica pura mentre per le vendite PHEV, si può osservare come i noleggi a lungo termine siano ancora superiori rispetto agli acquisti privati confermando che le flotte aziendali ad uso promiscuo puntano su questa tecnologia anche per intercettare obiettivi di sostenibilità.

Per quanto riguarda la distribuzione regionale, ancora ottime le performance del Trentino-Alto Adige e dell’intero Nord-Est, mentre il Centro, grazie soprattutto a Lazio e Toscana ha sostanzialmente raggiunto il Nord Ovest, essenzialmente dominato dalla Lombardia.

 

Dati aggiornati al 31 dicembre 2019

CONSIDERAZIONI GENERALI SULLO STATO DI MERCATO

Nel consuntivo 2019 notiamo un avanzamento complessivo del 107% tra BEV (11.018 nel 2019 contro 5.329 nel 2018) e del 41% nelle PHEV (6.652 nel 2019 contro 4.728 nel 2018) rispetto al totale del 2019. Il rapporto tra vendite BEV e PHEV è stato di 62% a 38% rimarcando la prevalente scelta dei consumatori verso il full electric.


Clicca qui per il dettaglio

PARCO CIRCOLANTE ITALIANO

fonte Politecnico di Milano ed elaborazioni MOTUS-E

39.186 unità

DISTRIBUZIONE GEOGRAFICA

Italia

Ancora ottime le performance del Trentino-Alto Adige e dell’intero Nord-Est, mentre il Centro, grazie soprattutto a Lazio e Toscana ha sostanzialmente raggiunto il Nord Ovest, essenzialmente dominato dalla Lombardia.

Distribuzione Europea*

La crescita delle immatricolazioni BEV in Europa è ancora positiva.
La Germania si conferma la nazione che ha registrato più immatricolazioni di auto BEV, seguita da UK, Francia e Olanda.

*I dati sulla distribuzione geografica dei Paesi Europei sono riferiti al mese di Novembre 2019.

DISTRIBUZIONE NUOVE IMMATRICOLAZIONI AUTO ELETTRICHE

Anno 2019

Anno 2018

LE 5 AUTO BEV PIÙ VENDUTE IN ITALIA

Top 5 dei modelli di auto BEV più venduti in Italia nel mese di Dicembre 2019

DISTRIBUZIONE PUNTI E INFRASTRUTTURE DI RICARICA

Elaborazioni MOTUS-E su Infrastrutture e Punti di Ricarica installati in Italia.
I punti di ricarica, gestiti da diversi operatori, sono distribuiti su tutto il territorio nazionale.

*L’aggiornamento si riferisce a settembre 2019.

Distribuzione geografica dei punti di ricarica


Clicca qui per il dettaglio

Charging Point Operator

Elaborazione MOTUS-E sui principali operatori presenti sul mercato
Include solo le infrastrutture pubbliche o ad uso pubblico

Se sei un operatore e vuoi integrare il database con i dati sulle tue infrastrutture

Scrivici

I dati verranno trattati in modo aggregato e anonimo.

Nota metodologica

Questa pagina ha lo scopo di analizzare l’andamento del mercato dei veicoli elettrici attraverso dati autorevoli e aggiornati su base mensile.

Tale obiettivo è possibile grazie alla partnership avviata con Dataforce, una società indipendente che opera a livello europeo e internazionale fornendo all’industria automobilistica dati ed analisi ad alto contenuto qualitativo relativi alle nuove immatricolazioni e ai vari canali di vendita presenti sui mercati. Fondata nel 1997, la società ha il proprio quartiere generale in Germania a Francoforte sul Meno, dove lavorano oltre 80 dipendenti, e filiale italiana a Roma, la cui responsabilità è affidata al Country Manager Salvatore Saladino.

La partnership con MOTUS-E nasce con l’obiettivo di analizzare nel maggior dettaglio possibile il mercato della mobilità alternativa, sia privata che commerciale, individuando trend e possibilità di sviluppo futuro. Dataforce, in collaborazione con gli analisti di MOTUS-E, è in grado di fornire agli associati studi ed analisi approfonditi, anche di forecast, non solo in termini di alimentazione, ma anche a livello territoriale (regione/provincia), di tipologia di veicolo e per canale di mercato.

Legenda

Battery Electric Vehicle, auto caratterizzate da motore elettrico, alimentato quindi da batterie.
Plug-in Hybrid Electric Vehicle, caratterizzate da propulsione sia elettrica sia a combustione interna.
Un punto di ricarica o di rifornimento per la fornitura di combustibile alternativo che garantisce, a livello di Unione, un accesso non discriminatorio a tutti gli utenti. L’accesso non discriminatorio può comprendere condizioni diverse di autenticazione, uso e pagamento. Il punto di ricarica consente il trasferimento di elettricità a un veicolo elettrico a diversa potenza (da 3.7kW a >150kW), anche se la potenza effettivamente immessa nel veicolo dipende dallo stesso.
Stazione dedicata che può includere uno o più punti di ricarica
Auto elettriche ad uso privato.
Auto elettriche che costituiscono le Flotte aziendali.
Auto elettriche in possesso di Rivenditori.
Auto elettriche utilizzate per noleggio a breve termine.

<

Auto elettriche utilizzate per noleggio a lungo termine.

Scopri la legenda

Analisi di mercato

Crescita costante

In un contesto generale di ripresa del mercato auto, anche il secondo mese dell’ultimo trimestre mostra una buona crescita dell’andamento delle vendite dei modelli elettrici. In particolare, il dato interessante riguarda il segmento PHEV (+1% con un totale di market share del 37%) che riconquista quote di mercato sul segmento BEV (63% market share).

Al mese di novembre il numero di auto elettriche BEV ha doppiato quelle vendute nel 2018. Ancora una volta nel quarto trimestre la quota di mercato complessiva dell’elettrico si conferma sopra l’1% delle vendite totali.

Andando ad osservare, nello specifico, lo spaccato delle vendite PHEV, si può osservare come i noleggi a lungo termine per questo segmento siano di gran lunga superiori rispetto agli acquisti privati (2.145 contro 1.591), segno che le flotte aziendali ad uso promiscuo puntano su questa tecnologia anche per intercettare obiettivi di sostenibilità.

Per quanto riguarda la distribuzione regionale, ancora ottime le performance del Trentino-Alto Adige, mentre la Lombardia, anche grazie agli incentivi regionali, ha triplicato le vendite.

Il 2020 sarà l’anno della svolta, anche grazie ai nuovi limiti sulla CO2 che entreranno in vigore a partire da gennaio. È molto probabile che, seguendo questo andamento, il prossimo anno si confermerà un raddoppio delle vendite di auto elettriche con un parco circolante che potrebbe sfiorare le 60 mila unità nel nostro Paese.

 

Dati aggiornati al 30 novembre 2019

CONSIDERAZIONI GENERALI SULLO STATO DI MERCATO

Anche il secondo mese dell’ultimo trimestre mostra una buona crescita dell’andamento delle vendite dei modelli elettrici.
In particolare, il dato interessante riguarda il segmento PHEV (+1% con un totale di market share del 37%) che riconquista quote di mercato sul segmento BEV (63% market share).


Clicca qui per il dettaglio

PARCO CIRCOLANTE ITALIANO

fonte Politecnico di Milano ed elaborazioni MOTUS-E

37.636 unità

DISTRIBUZIONE GEOGRAFICA

Italia

Il Nord-Ovest, in particolar modo la regione Lombardia, ha triplicato le vendite, anche grazie agli incentivi regionali.

Ancora ottime le performance del Trentino-Alto Adige.

Distribuzione Europea*

La crescita delle immatricolazioni BEV in Europa è ancora positiva.
La Germania si conferma, anche questo mese, la nazione che ha registrato più immatricolazioni di auto BEV, seguita da UK, Francia e Olanda.

*I dati sulla distribuzione geografica dei Paesi Europei sono riferiti al mese di Ottobre 2019.

DISTRIBUZIONE NUOVE IMMATRICOLAZIONI AUTO ELETTRICHE

Anno 2019

Anno 2018

LE 5 AUTO BEV PIÙ VENDUTE IN ITALIA

Top 5 dei modelli di auto BEV più venduti in Italia nel mese di Novembre 2019

DISTRIBUZIONE PUNTI E INFRASTRUTTURE DI RICARICA

Elaborazioni MOTUS-E su Infrastrutture e Punti di Ricarica installati in Italia.
I punti di ricarica, gestiti da diversi operatori, sono distribuiti su tutto il territorio nazionale.

*L’aggiornamento si riferisce a settembre 2019.

Distribuzione geografica dei punti di ricarica


Clicca qui per il dettaglio

Charging Point Operator

Elaborazione MOTUS-E sui principali operatori presenti sul mercato
Include solo le infrastrutture pubbliche o ad uso pubblico

Se sei un operatore e vuoi integrare il database con i dati sulle tue infrastrutture

Scrivici

I dati verranno trattati in modo aggregato e anonimo.

Nota metodologica

Questa pagina ha lo scopo di analizzare l’andamento del mercato dei veicoli elettrici attraverso dati autorevoli e aggiornati su base mensile.

Tale obiettivo è possibile grazie alla partnership avviata con Dataforce, una società indipendente che opera a livello europeo e internazionale fornendo all’industria automobilistica dati ed analisi ad alto contenuto qualitativo relativi alle nuove immatricolazioni e ai vari canali di vendita presenti sui mercati. Fondata nel 1997, la società ha il proprio quartiere generale in Germania a Francoforte sul Meno, dove lavorano oltre 80 dipendenti, e filiale italiana a Roma, la cui responsabilità è affidata al Country Manager Salvatore Saladino.

La partnership con MOTUS-E nasce con l’obiettivo di analizzare nel maggior dettaglio possibile il mercato della mobilità alternativa, sia privata che commerciale, individuando trend e possibilità di sviluppo futuro. Dataforce, in collaborazione con gli analisti di MOTUS-E, è in grado di fornire agli associati studi ed analisi approfonditi, anche di forecast, non solo in termini di alimentazione, ma anche a livello territoriale (regione/provincia), di tipologia di veicolo e per canale di mercato.

Legenda

Battery Electric Vehicle, auto caratterizzate da motore elettrico, alimentato quindi da batterie.
Plug-in Hybrid Electric Vehicle, caratterizzate da propulsione sia elettrica sia a combustione interna.
Un punto di ricarica o di rifornimento per la fornitura di combustibile alternativo che garantisce, a livello di Unione, un accesso non discriminatorio a tutti gli utenti. L’accesso non discriminatorio può comprendere condizioni diverse di autenticazione, uso e pagamento. Il punto di ricarica consente il trasferimento di elettricità a un veicolo elettrico a diversa potenza (da 3.7kW a >150kW), anche se la potenza effettivamente immessa nel veicolo dipende dallo stesso.
Stazione dedicata che può includere uno o più punti di ricarica
Auto elettriche ad uso privato.
Auto elettriche che costituiscono le Flotte aziendali.
Auto elettriche in possesso di Rivenditori.
Auto elettriche utilizzate per noleggio a breve termine.

<

Auto elettriche utilizzate per noleggio a lungo termine.

Scopri la legenda

Analisi di mercato

Inizia il Purgatorio di fine anno

Come ampiamente previsto, in considerazione dei prossimi limiti alle emissioni che scatteranno però solo dal gennaio 2020 (95gCO2/km sul totale delle auto immatricolate), è iniziato un ultimo trimestre 2019 con crescita meno brillante per il mercato delle elettriche.

Il mese di ottobre fotografa infatti un mercato in crescita più moderata rispetto ai mesi scorsi. Le vendite del mese dell’elettrico puro sono calate rispetto a settembre, mentre si registra un leggero aumento nelle vendite delle PHEV. Tuttavia, la quota sul totale delle vendite nel mercato per il mese superano l’1%, con uno 1.05%, e si mantiene il trend di crescita rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.
Il market share dell’elettrico vede ancora la predominanza delle BEV sulle PHEV, con una ratio di 53% per le BEV e 47% per le PHEV. Stessa composizione dell’anno precedente, anche se complessivamente nell’YTD (gennaio-ottobre) le BEV superano di gran lunga le PHEV in quota di mercato, 64% a 36%. Si dimostra una tendenza generale in favore delle BEV, che rispetto all’YTD del 2018 crescono di +13%, contro un calo analogo delle PHEV.

Le vendite di auto elettriche sono in crescita complessivamente lungo tutti i segmenti di mercato, rispetto agli equivalenti periodi del 2018. Risultano dominanti le vendite di veicoli privati e noleggio a lungo termine, mentre è più moderata la crescita nelle flotte e nei noleggi di breve termine.

Va segnalato peraltro un forte disallineamento (mese su mese) delle vendite per alcuni modelli, certamente segnale di disallineamenti tra produzione, stock e consegne.

Omogenea infine la crescita della distribuzione regionale delle vendite. Le regioni del Nord-Est e Nord-Ovest rimangono in testa nelle vendite, anche grazie a importanti politiche incentivanti a favore della mobilità elettrica, sia a livello urbano che regionale, come nel caso della Regione Lombardia e della Regione Friuli-Venezia Giulia.

 

Dati aggiornati a ottobre 2019

CONSIDERAZIONI GENERALI SULLO STATO DI MERCATO

Nell’YTD (gennaio-ottobre) le BEV superano di gran lunga le PHEV in quota di mercato, 64% a 36%. Si dimostra una tendenza generale in favore delle BEV, che rispetto all’YTD del 2018 crescono di +13%, contro un calo analogo delle PHEV.


Clicca qui per il dettaglio

PARCO CIRCOLANTE ITALIANO

fonte Politecnico di Milano ed elaborazioni MOTUS-E

35.535 unità

DISTRIBUZIONE GEOGRAFICA

Italia

Le regioni del Nord-Est e Nord-Ovest rimangono in testa nelle vendite, anche grazie a importanti politiche incentivanti a favore della mobilità elettrica, sia a livello urbano che regionale, come nel caso della Regione Lombardia e della Regione Friuli-Venezia Giulia.

Distribuzione Europea*

Nel confronto europeo è nettamente positiva la crescita delle immatricolazioni BEV. La nazione che ha registrato più immatricolazioni è la Germania, seguita da UK, Francia e Olanda

*I dati sulla distribuzione geografica dei Paesi Europei è riferito al mese di Settembre 2019.

DISTRIBUZIONE NUOVE IMMATRICOLAZIONI AUTO ELETTRICHE

Anno 2019

Anno 2018

LE 5 AUTO BEV PIÙ VENDUTE IN ITALIA

Top 5 dei modelli di auto BEV più venduti in Italia nel mese di ottobre 2019

DISTRIBUZIONE PUNTI E INFRASTRUTTURE DI RICARICA

Elaborazioni MOTUS-E su Infrastrutture e Punti di Ricarica installati in Italia.
I punti di ricarica, gestiti da diversi operatori, sono distribuiti su tutto il territorio nazionale.

*L’aggiornamento si riferisce a settembre 2019.

Distribuzione geografica dei punti di ricarica


Clicca qui per il dettaglio

Charging Point Operator

Elaborazione MOTUS-E sui principali operatori presenti sul mercato
Include solo le infrastrutture pubbliche o ad uso pubblico

Se sei un operatore e vuoi integrare il database con i dati sulle tue infrastrutture

Scrivici

I dati verranno trattati in modo aggregato e anonimo.

Nota metodologica

Questa pagina ha lo scopo di analizzare l’andamento del mercato dei veicoli elettrici attraverso dati autorevoli e aggiornati su base mensile.

Tale obiettivo è possibile grazie alla partnership avviata con Dataforce, una società indipendente che opera a livello europeo e internazionale fornendo all’industria automobilistica dati ed analisi ad alto contenuto qualitativo relativi alle nuove immatricolazioni e ai vari canali di vendita presenti sui mercati. Fondata nel 1997, la società ha il proprio quartiere generale in Germania a Francoforte sul Meno, dove lavorano oltre 80 dipendenti, e filiale italiana a Roma, la cui responsabilità è affidata al Country Manager Salvatore Saladino.

La partnership con MOTUS-E nasce con l’obiettivo di analizzare nel maggior dettaglio possibile il mercato della mobilità alternativa, sia privata che commerciale, individuando trend e possibilità di sviluppo futuro. Dataforce, in collaborazione con gli analisti di MOTUS-E, è in grado di fornire agli associati studi ed analisi approfonditi, anche di forecast, non solo in termini di alimentazione, ma anche a livello territoriale (regione/provincia), di tipologia di veicolo e per canale di mercato.

Legenda

Battery Electric Vehicle, auto caratterizzate da motore elettrico, alimentato quindi da batterie.
Plug-in Hybrid Electric Vehicle, caratterizzate da propulsione sia elettrica sia a combustione interna.
Un punto di ricarica o di rifornimento per la fornitura di combustibile alternativo che garantisce, a livello di Unione, un accesso non discriminatorio a tutti gli utenti. L’accesso non discriminatorio può comprendere condizioni diverse di autenticazione, uso e pagamento. Il punto di ricarica consente il trasferimento di elettricità a un veicolo elettrico a diversa potenza (da 3.7kW a >150kW), anche se la potenza effettivamente immessa nel veicolo dipende dallo stesso.
Stazione dedicata che può includere uno o più punti di ricarica
Auto elettriche ad uso privato.
Auto elettriche che costituiscono le Flotte aziendali.
Auto elettriche in possesso di Rivenditori.
Auto elettriche utilizzate per noleggio a breve termine.

<

Auto elettriche utilizzate per noleggio a lungo termine.

Scopri la legenda

Analisi di mercato

Si mantiene il trend di crescita di immatricolazioni di veicoli elettrici (BEV e PHEV) anche nel mese di settembre.
Significativa la crescita anno su anno dei BEV, +110% rispetto allo stesso mese del 2018. Complessivamente, la quota di elettrico nelle vendite è dunque positiva, con +145% di aumento nel mese e +63% nel 2019.
L’ottimo risultato in termini di vendite conseguito da Tesla, in particolare, è dovuto essenzialmente alla pronta consegna dei veicoli, fattore che evidenzia il distacco sui tempi di consegna con gli altri costruttori.

La domanda di elettrico è dinamica e in ascesa. Tuttavia, da qui a fine anno è possibile che vi sia un rallentamento della crescita, a causa del fatto che, all’inizio del prossimo anno, inizieranno i monitoraggi per rispettare i limiti medi di 95 g/km CO2, per cui i costruttori daranno nuovo impulso alle vendite a partire da gennaio 2020.

Domina il segmento di vendita dei veicoli privati, che ad oggi (YTD) è cresciuto del +338%, a fronte di un +13% sullo stesso segmento delle PHEV, che invece sono in forte crescita nel settore del noleggio a breve termine, +116%. Considerando l’intero bacino di veicoli elettrici nei diversi canali di vendita, dunque, rimane predominante il settore privato, +153%, seguito dal noleggio a breve termine, +86%, e dalle flotte aziendali, +66%.

Ancora per il mese di settembre la quota di mercato rimane a vantaggio dei BEV, con un market share del 66% sul totale delle vendite elettriche, mentre le PHEV rimangono pressoché stabili rispetto al mese precedente, con il 34% di quota. Ancora in testa per volumi di vendita le regioni del Nord-Ovest e Nord-Est, con una crescita significativa in termini di valori assoluti della Lombardia e del Trentino Alto Adige.

Anche nel confronto europeo è nettamente positiva la crescita delle immatricolazioni BEV, mentre le PHEV crescono a ritmo più contenuto sull’YTD – ad eccezione dei Paesi Bassi dove i livelli sono pressoché analoghi. Mese su mese, tuttavia, il trend di crescita delle PHEV è addirittura negativo in Belgio, Francia, Germania e UK, che registra il contrasto più marcato: +311% per le BEV e -71% per le PHEV.

Possiamo quindi concludere che il mercato è complessivamente in crescita. Nel mese di settembre si è raggiunta la quota di mercato dell’1.01% sul totale delle immatricolazioni, incluse quindi anche le motorizzazioni tradizionali. Politiche incentivanti, accompagnate da interventi normativi e infrastrutturali a livello nazionale, potranno contribuire alla organica del settore, allineandolo a quello dei mercati europei più maturi.

Dati aggiornati a settembre 2019

CONSIDERAZIONI GENERALI SULLO STATO DI MERCATO

Si mantiene il trend di crescita di immatricolazioni di veicoli elettrici (BEV e PHEV) anche nel mese di settembre.

Significativa la crescita anno su anno dei BEV, +110% rispetto allo stesso mese del 2018. Complessivamente, la quota di elettrico nelle vendite è dunque positiva, con +145% di aumento nel mese e +63% nel 2019.


Clicca qui per il dettaglio

PARCO CIRCOLANTE ITALIANO

fonte Politecnico di Milano ed elaborazioni MOTUS-E

33.726 unità

DISTRIBUZIONE GEOGRAFICA

Italia

Ancora per il mese di settembre la quota di mercato rimane a vantaggio dei BEV, con un market share del 66% sul totale delle vendite elettriche, mentre le PHEV rimangono pressoché stabili rispetto al mese precedente, con il 34% di quota. Ancora in testa per volumi di vendita le regioni del Nord-Ovest e Nord-Est, con una crescita significativa in termini di valori assoluti della Lombardia e del Trentino Alto Adige.

Distribuzione Europea

Anche nel confronto europeo è nettamente positiva la crescita delle immatricolazioni BEV, mentre le PHEV crescono a ritmo più contenuto sull’YTD – ad eccezione dei Paesi Bassi dove i livelli sono pressoché analoghi.

Mese su mese, tuttavia, il trend di crescita delle PHEV è addirittura negativo in Belgio, Francia, Germania e UK, che registra il contrasto più marcato: +311% per le BEV e -71% per le PHEV.

DISTRIBUZIONE NUOVE IMMATRICOLAZIONI AUTO ELETTRICHE

Anno 2019

Anno 2018

DISTRIBUZIONE PUNTI E INFRASTRUTTURE DI RICARICA

Elaborazioni MOTUS-E su Infrastrutture e Punti di Ricarica installati in Italia.
I punti di ricarica, gestiti da diversi operatori, sono distribuiti su tutto il territorio nazionale.

Distribuzione geografica dei punti di ricarica


Clicca qui per il dettaglio

Charging Point Operator

Elaborazione MOTUS-E sui principali operatori presenti sul mercato
Include solo le infrastrutture pubbliche o ad uso pubblico

Se sei un operatore e vuoi integrare il database con i dati sulle tue infrastrutture

Scrivici

I dati verranno trattati in modo aggregato e anonimo.

Nota metodologica

Questa pagina ha lo scopo di analizzare l’andamento del mercato dei veicoli elettrici attraverso dati autorevoli e aggiornati su base mensile.

Tale obiettivo è possibile grazie alla partnership avviata con Dataforce, una società indipendente che opera a livello europeo e internazionale fornendo all’industria automobilistica dati ed analisi ad alto contenuto qualitativo relativi alle nuove immatricolazioni e ai vari canali di vendita presenti sui mercati. Fondata nel 1997, la società ha il proprio quartiere generale in Germania a Francoforte sul Meno, dove lavorano oltre 80 dipendenti, e filiale italiana a Roma, la cui responsabilità è affidata al Country Manager Salvatore Saladino.

La partnership con MOTUS-E nasce con l’obiettivo di analizzare nel maggior dettaglio possibile il mercato della mobilità alternativa, sia privata che commerciale, individuando trend e possibilità di sviluppo futuro. Dataforce, in collaborazione con gli analisti di MOTUS-E, è in grado di fornire agli associati studi ed analisi approfonditi, anche di forecast, non solo in termini di alimentazione, ma anche a livello territoriale (regione/provincia), di tipologia di veicolo e per canale di mercato.

Legenda

Battery Electric Vehicle, auto caratterizzate da motore elettrico, alimentato quindi da batterie.
Plug-in Hybrid Electric Vehicle, caratterizzate da propulsione sia elettrica sia a combustione interna.
Un punto di ricarica o di rifornimento per la fornitura di combustibile alternativo che garantisce, a livello di Unione, un accesso non discriminatorio a tutti gli utenti. L’accesso non discriminatorio può comprendere condizioni diverse di autenticazione, uso e pagamento. Il punto di ricarica consente il trasferimento di elettricità a un veicolo elettrico a diversa potenza (da 3.7kW a >150kW), anche se la potenza effettivamente immessa nel veicolo dipende dallo stesso.
Stazione dedicata che può includere uno o più punti di ricarica
Auto elettriche ad uso privato.
Auto elettriche che costituiscono le Flotte aziendali.
Auto elettriche in possesso di Rivenditori.
Auto elettriche utilizzate per noleggio a breve termine.

<

Auto elettriche utilizzate per noleggio a lungo termine.

Scopri la legenda

Analisi di mercato

L’andamento del mercato dell’auto elettrica aggiornato al mese di agosto 2019
Anche in agosto (mese tradizionalmente povero di nuove immatricolazioni) il mercato dell’elettrico in Italia si mostra in solida e costante espansione, a fronte di un calo complessivo di vendite nelle varie motorizzazioni (-3,5%), che conferma il preoccupante trend del settore automotive del 2019.

Il totale complessivo delle vendite nel 2019 è pari a 9.688 veicoli BEV e PHEV, in aumento del 52,49% rispetto allo stesso periodo del 2018 (6.353 veicoli). È da evidenziare che questo dato è fortemente influenzato dall’ulteriore calo delle vendite dei veicoli PHEV (ibridi plug-in) che maschera l’ottimo andamento dei BEV (+ 103,98% YTD).

In sostanza, rispetto ad un anno fa che vedeva una sostanziale parità tra le vendite BEV e quelle PHEV, oggi il rapporto è 67/33 a favore delle elettriche pure.

Si conferma quindi (anche in anticipo rispetto a quanto ipotizzato da più parti) che la “transizione PHEV” per arrivare ai veicoli elettrici si esaurirà molto rapidamente. Già oggi chi sta pensando alla mobilità sostenibile sembra preferire da subito l’acquisto di elettriche pure (seppur con tutte le difficoltà che ancora devono essere affrontate e superate, rispetto all’acquisto di plug-in). Questo con buona pace di chi, anche nel Piano Nazionale Energia e Clima, aveva previsto, anche nel 2030 il dominio dei PHEV sui BEV nelle vendite. Motus-E aveva contestato questo scenario nei suoi commenti al PNIEC, già molti mesi fa.

In dettaglio, nel solo mese di agosto 2019 si è registrato un aumento delle immatricolazioni di BEV pari al +171,2% rispetto ad agosto 2018. Naturalmente si tratta di numeri piccoli in assoluto (1/3 del volume di Francia e UK, 1/5 rispetto alla Germania), ma il trend esponenziale, anche traguardando il grande numero di modelli di prossima presentazione dalle maggiori Case, lascia ben sperare i sostenitori della mobilità sostenibile.

È interessante chiedersi quanto la politica dei bonus-malus, introdotta in aprile, abbia influenzato questa crescita. Bene, noi pensiamo che questo effetto sia stato solo marginale. I bonus hanno rappresentato un positivo segnale di attenzione da parte dei decisori ma pensiamo che chi sceglie oggi un’auto BEV, lo fa per una precisa scelta di transizione. Quando l’inevitabile allineamento dei prezzi di acquisto delle elettriche alle fossili si completerà, più ampie fasce di mercato potranno essere maggiormente influenzate da una politica di bonus.

Quanto alla analisi di mercato (YTD Agosto) i privati hanno immatricolato 3.577 BEV +PHEV rispetto alle 1.508 del corrispondente 2018. 6.111 vetture sono distribuite tra flotte aziendali, noleggio breve e lungo termine, immatricolazioni dai concessionari. Anche in questo riteniamo che le auto elettriche anticipano il cambio di paradigma che vede lo “shift” della mobilità da ‘possesso’ a ‘servizio’.

Dati aggiornati ad agosto 2019

CONSIDERAZIONI GENERALI SULLO STATO DI MERCATO

Ad agosto (mese tradizionalmente povero di nuove immatricolazioni) il mercato dell’elettrico in Italia si mostra in solida e costante espansione, a fronte di un calo complessivo di vendite nelle varie motorizzazioni (-3,5%), che conferma il preoccupante trend del settore automotive del 2019.


PARCO CIRCOLANTE ITALIANO

fonte Politecnico di Milano ed elaborazioni MOTUS-E

21.844 unità

DISTRIBUZIONE GEOGRAFICA

Italia

Il totale complessivo delle vendite nel 2019 è pari a 9.688 veicoli BEV e PHEV, in aumento del 52,49% rispetto allo stesso periodo del 2018 (6.353 veicoli). È da evidenziare che questo dato è fortemente influenzato dall’ulteriore calo delle vendite dei veicoli PHEV (ibridi plug-in) che maschera l’ottimo andamento dei BEV (+ 103,98% YTD).

Distribuzione Europea

Nel mese di agosto 2019 si è registrato un aumento delle immatricolazioni di BEV pari al +171,2% rispetto ad agosto 2018. Naturalmente si tratta di numeri piccoli in assoluto (1/3 del volume di Francia e UK, 1/5 rispetto alla Germania).

DISTRIBUZIONE NUOVE IMMATRICOLAZIONI AUTO ELETTRICHE

Anno 2019

Anno 2018

Nota metodologica

Questa pagina ha lo scopo di analizzare l’andamento del mercato dei veicoli elettrici attraverso dati autorevoli e aggiornati su base mensile.

Tale obiettivo è possibile grazie alla partnership avviata con Dataforce, una società indipendente che opera a livello europeo e internazionale fornendo all’industria automobilistica dati ed analisi ad alto contenuto qualitativo relativi alle nuove immatricolazioni e ai vari canali di vendita presenti sui mercati. Fondata nel 1997, la società ha il proprio quartiere generale in Germania a Francoforte sul Meno, dove lavorano oltre 80 dipendenti, e filiale italiana a Roma, la cui responsabilità è affidata al Country Manager Salvatore Saladino.

La partnership con MOTUS-E nasce con l’obiettivo di analizzare nel maggior dettaglio possibile il mercato della mobilità alternativa, sia privata che commerciale, individuando trend e possibilità di sviluppo futuro. Dataforce, in collaborazione con gli analisti di MOTUS-E, è in grado di fornire agli associati studi ed analisi approfonditi, anche di forecast, non solo in termini di alimentazione, ma anche a livello territoriale (regione/provincia), di tipologia di veicolo e per canale di mercato.

Legenda

Battery Electric Vehicle, auto caratterizzate da motore elettrico, alimentato quindi da batterie.
Plug-in Hybrid Electric Vehicle, caratterizzate da propulsione sia elettrica sia a combustione interna.
Un punto di ricarica o di rifornimento per la fornitura di combustibile alternativo che garantisce, a livello di Unione, un accesso non discriminatorio a tutti gli utenti. L’accesso non discriminatorio può comprendere condizioni diverse di autenticazione, uso e pagamento. Il punto di ricarica consente il trasferimento di elettricità a un veicolo elettrico a diversa potenza (da 3.7kW a >150kW), anche se la potenza effettivamente immessa nel veicolo dipende dallo stesso.
Stazione dedicata che può includere uno o più punti di ricarica
Auto elettriche ad uso privato.
Auto elettriche che costituiscono le Flotte aziendali.
Auto elettriche in possesso di Rivenditori.
Auto elettriche utilizzate per noleggio a breve termine.

<

Auto elettriche utilizzate per noleggio a lungo termine.

Scopri la legenda