MOTUS-E
Blog-E

Il furgoncino dei gelati passa… a zero emissioni!

furgoncino gelati - mister whippy

Mister Whippy, il famoso furgonico dei gelati, viaggia verso la mobilità sostenibile.

Lo storico furgone dei gelati inglese, che spesso si trova davanti alle scuole o ai parchi londinesi, diventa a zero emissioni. La decisione è stata presa da Whitby Morrison, il più grande produttore di camion alimentari del Regno Unito che ha convertito un eSprinter elettrico della Mercedes in un furgoncino per gelati a zero emissioni. All’interno del truck ci sarà anche una macchina per il gelato alimentata da una batteria in grado di produrre 600 coni all’ora per dodici ore consecutive.

Il prototipo occuperà circa un metro quadrato e il modello potrà essere utilizzato anche per il cosiddetto “retrofit” di veicoli esistenti a combustione interna. I primi modelli elettrici saranno operativi entro l’estate, ma l’obiettivo è sostituire tutti i 6.000 furgoni gelato, non solo i Mister Whippy, presenti nel Regno Unito con modelli a zero emissioni. Peraltro, questo dovrebbe consentire ai proprietari dei furgoncini un risparmio di oltre 8.000 sterline l’anno di carburante.

I nuovi furgoncini gelato a zero emissioni operativi nel Regno potranno contribuire alla riduzione delle emissioni locali, andando ad erodere, seppur ancora in minima parte, quella ingombrante porzione di parco circolante costituita da oltre 4,5 milioni di furgoni e camion particolarmente vecchi e inquinanti.

La decisione di Whitby Morrison va nella direzione indicata dallo stesso sindaco di Londra, Sadiq Khan, che lo scorso aprile ha bandito da centro cittadino i veicoli ad alte emissioni 24 ore su 24 per tutta la settimana. Tra questi sono inclusi anche i furgoncini a diesel. “Ci sono ottime notizie per l’industria del gelato. Con tutte le proibizioni poste di recente, abbiamo passato un periodo duro”, ha detto Ed Whitby, direttore operativo di Whitby Morrison.

Il prossimo test verrà effettuato la settimana prossima a Crewe, uno dei più importanti snodi ferroviari britannici. Vi prenderà parte anche John Bonar, il proprietario di Piccadilly Whip, produttore itinerante di gelati attivo in importanti punti di riferimento come la London Tower. Per conformarsi alle nuove regole poste in essere dal sindaco di Londra, Bonar ha speso 200.000 sterline per il retrofit di due furgoni gelato.

Considerando che nel corso di una giornata impegnativa si potrebbero vendere anche mille gelati, la durata delle batterie, del nuovo Mister Whippy, sarà uno snodo cruciale per avere una transizione sostenibile sia dal punto di vista ambientale che economico.