Il colosso dell’e-commerce di Jeff Bezos punta sulla mobilità elettrica realizzando un nuovo progetto nel centro logistico di Essen, in Germania. È qui, infatti, che Amazon ha deciso di installare 340 colonnine di ricarica dando forma al primo maxi polo per i veicoli aziendali a batteria che si occupano delle consegne.

L’area di ricarica aperta ad Essen da Amazon rappresenta ad oggi la più grande stazione per i mezzi elettrici di tutta Europa, e sta già dando un notevole impulso alla crescita complessiva della flotta a zero emissioni sull’intero continente.

Ma non è la prima volta che Amazon sceglie di servirsi dei furgoni elettrici per gestire il trasporto delle proprie merci: già da tempo è nota la partnership con la Rivian Automotive (startup americana specializzata in tecnologia automobilistica e main competitor di Tesla per i pick up elettrici) che ha da poco fornito all’azienda di commercio elettronico più famosa al mondo circa 10.000 mezzi destinati a viaggiare sulle strade di Europa e Nord America.

Lo stesso centro di distribuzione di Essen, su cui Amazon ha deciso di investire in prima battuta per il suo progetto legato alla mobilità sostenibile, conta già oltre 150 veicoli elettrici attivi e 8 partner di distribuzione su 11 che hanno convertito le proprie flotte. A questi numeri vanno poi aggiunti quelli del centro Amazon di Bochum, più esigui ma ugualmente importanti, con i suoi 40 furgoni a batteria già operanti.

Il contratto per la gestione della maxi infrastruttura di ricarica di Essen, con cui Amazon si prepara ad avviare la transizione all’elettrificazione dei suoi poli logistici più importanti, è stato firmato dalla società tedesca di servizi per la mobilità LUEG BaseCamp GmbH. 

Continua a leggere

  • Pubblicato il 4 Novembre 2022

  • Pubblicato il 7 Ottobre 2022

  • Pubblicato il 7 Ottobre 2022