Seguici su

L’UE riduce il pedaggio autostradale per le auto elettriche

Buone notizie dell’Europa: con la normativa sul road charging, l’UE riduce il pedaggio autostradale per le auto elettriche. Un grande passo in avanti per agevolare i possessori di veicoli meno inquinanti e favorire la transizione ecologica. Ma dovremo attendere il 2023 per vedere gli effetti positivi di questo provvedimento in ciascuno degli stati membri.

Un nuovo incentivo per passare ai veicoli elettrici
Si profila un nuovo incentivo per i possessori di veicoli elettrici. Una nuova normativa europea prevede il ricalcolo dell’importo del pedaggio autostradale, indicizzandolo all’impatto sull’ambiente: dal 2023 sulle autostrade europee i pedaggi saranno basati sulle emissioni di Co2 dei veicoli. Secondo il nuovo Regolamento UE, le auto elettriche otterranno il massimo dell’agevolazione economica, corrispondente ad uno sconto minimo del 75% sull’importo del pedaggio. 

In attesa che il provvedimento venga recepito da tutti gli Stati membri (entro la fine del 2022), i cittadini possono iniziare a valutare il nuovo incentivo per passare ai veicoli elettrici, considerando anche gli ulteriori vantaggi economici che ne deriveranno. I veicoli elettrici, infatti, sono già esenti dal bollo auto e pagano costi di assicurazione ridotti.

La riduzione del pedaggio per favorire la mobilità sostenibile
Dunque il calcolo della tariffa per viaggiare in autostrada non sarà basato soltanto sui chilometri percorsi, ma anche sulla Co2 rilasciata nell’ambiente.

Il provvedimento UE sulla riduzione del pedaggio autostradale non sarà obbligatorio, ma va in ogni caso nella direzione della mobilità sostenibile e della transizione ecologica, facendo leva sul risparmio economico.
L’obiettivo è quello di eliminare progressivamente i veicoli più inquinanti, incentivando lo svecchiamento del parco circolante con veicoli alla spina a zero emissioni.

X