Quello dei charging point operator (CPO), ovvero i soggetti che installano e gestiscono le infrastrutture di ricarica, è un ruolo fondamentale per abilitare gli utenti alla ricarica pubblica dei veicoli elettrici. Oggi i CPO oltre a dover sottostare a un iter burocratico gestito dai comuni piuttosto lungo e laborioso, devono anche far richiesta ai gestori della rete di distribuzione (i cosiddetti DSO, Distribution System Operators) “al buio”, ovvero senza sapere con quali tempi e costi la colonnina che propongono di installare a un indirizzo su suolo pubblico potrà essere connessa dai gestori stessi. Questo può portare a situazioni nelle quali la colonnina è installata ma non funzionante, perché in attesa dell’allaccio alla rete, anche per vari mesi.       

Per questo E-Distribuzione, ha realizzato un servizio rivolto proprio ai CPO per far loro conoscere in anticipo rispetto alla richiesta di connessione, sulla base della potenza indicata e delle coordinate selezionate all’interno di una mappa geografica, la tipologia di lavori necessari per connettere alla rete un’infrastruttura di ricarica (IdR) in bassa tensione. Proprio la connessione alla rete è uno dei passaggi fondamentali per i CPO quando devono installare una nuova IdR. Avendo a disposizione una risposta in tempo reale circa la complessità o meno dei lavori da realizzare per la connessione dell’infrastruttura di ricarica gli operatori possono recuperare preziose indicazioni e risparmiare tempo.

Infatti il nuovo servizio “Infrastrutture di ricarica BT – Verifica preliminare”, disponibile all’interno del sito del distributore, permette ai CPO di “simulare” il proprio piano infrastrutturale per ciascun comune e di capire se un’installazione richiederà lavori “semplici o complessi”; la complessità si basa sulla potenza selezionata, su eventuali modifiche necessarie agli impianti del DSO e sulle tempistiche in caso di ottenimento di atti autorizzativi.  

Nel caso di infrastrutture di ricarica elettrica, o gruppi di infrastrutture connesse in un unico Punto di Consegna, con una potenza superiore a 100 kW, che per legge dovrebbero essere allacciate in media tensione, è possibile richiedere comunque una verifica preliminare dell’idoneità sui siti di interesse scrivendo all’indirizzo pec e-distribuzione@pec.e-distribuzione.it fornendo le seguenti informazioni:

  • Potenza richiesta in connessione (kW)
  • Coordinate del sito di interesse (latitudine e longitudine)
  • Comune
  • Provincia

La verifica preliminare ha lo scopo di supportare i Charge Point Operator (CPO) nella scelta ottimale dei punti dove installare le stazioni di ricarica fornendo sulla base delle coordinate indicate, informazioni su:

  • distanza dagli impianti in Media Tensione più vicini;
  • disponibilità di potenza (immediata o a seguito di interventi di potenziamento).

Il servizio di E-Distribuzione consente di ottimizzare il processo rendendo le tempistiche per la connessione più brevi possibili, anche se le informazioni preliminare rivestono di carattere esclusivamente indicativo e non garantiscono la “prenotazione”.

Scopri di più sul servizio su https://www.e-distribuzione.it/connessione-alla-rete/infrastruttura-di-ricarica.html

Continua a leggere

  • Pubblicato il 4 Novembre 2022

  • Pubblicato il 7 Ottobre 2022

  • Pubblicato il 7 Ottobre 2022