Seguici su

Passione due ruote, l’elettrico vola anche nel 2021: +57,7% di vendite

La passione degli italiani per le due ruote si fa sentire anche in ambito elettrico come confermano i dati diffusi da Confindustria ANCMA, l’associazione che rappresenta dal 1914 l’industria delle due ruote e la sua filiera, relativi al primo semestre del 2021.

Una crescita costante che conferma il trend positivo già avviato nel 2020 registrando un +84,5% nella vendita di ciclomotori, scooter e moto a impatto zero. I primi sei mesi del 2021 già fanno segnare un +54,7%: l’aumento più significativo in termini percentuali nel periodo gennaio-giugno 2021 è stata quello che riguarda il mercato delle moto (+174,3%), seguono gli scooter con un +63%, mentre i ciclomotori fanno segnare un –4,4%. Una leggera flessione imputabile principalmente alla riduzione delle commesse di flotte legate allo sharing e ai servizi.

Secondo ANCMA “resta sicuramente molto significativo il trend di crescita di moto e scooter, segmenti contraddistinsi da un mercato costituito prevalentemente da privati, che documenta l’interesse positivo degli italiani attorno ai veicoli a trazione elettrica”.

Si prospettano, poi, stime in continua crescita grazie anche all’ecobonus: la legge di Bilancio 2021 ha prorogato il contributo per l’acquisto di moto e scooter elettrici o ibridi nuovi dal 2021 al 2026 – le cui risorse ammontano a 150 milioni di euro – e che prevede di coprire fino al 40% del prezzo totale nel caso in cui si abbia la possibilità di rottamare un vecchio veicolo.

Numeri molto positivi anche per quanto riguarda il settore delle eBike. Il 2020 già registrava numeri da record con un complessivo +44% rispetto al 2019 e anche il 2021 non è da meno. Anzi, le stime ANCMA mostrano un’ulteriore crescita nel periodo considerato di almeno il 12%, pari a circa 157mila eBike vendute nel primo semestre dell’anno. Da segnalare, infine, anche il mercato dei quadricicli elettrici che registra numeri più che notevoli: il settore ha addirittura quintuplicato i risultati passando da poco più di 200 veicoli immatricolati a oltre 1.200, anche grazie alle commesse e all’ingresso di alcuni nuovi brand.

Scopri il report completo sul sito di ANCMA.

X